VERANO: CASSIERA FACEVA LA CRESTA SUI DIRITTI CIMITERIALI

statua_cimitero_veranoDal suo ufficio faceva la cresta sui pagamenti dei diritti cimiteriali. Per ogni bara da seppellire tratteneva una somma per sé. È bastato poco più di un mese a una cassiera del Verano, dipendente di Ama, per raddoppiare il proprio stipendio. L’impiegata, infatti, mentre riscuoteva da privati in lutto o dalle pompe funebri le tasse per acquisto di loculi e urne cinerarie, per cremazioni e inumazioni, ha trattenuto per sé, quasi ogni giorno, una piccola somma. Così, tra il 3 marzo e i primi giorni di aprile, mentre a Roma, in pieno lockdown regnava il deserto, con meno controlli e più bare da seppellire, la cassiera, A.C., una quarantenne fino ad allora irreprensibile, si sarebbe messa in tasca 2.889 euro. Continue reading

STOP DAL 10 AL 16 DICEMBRE AI SERVIZI ANAGRAFICI, MA DOPO…

LOGO ROMA CAPITALEDal 10 al 16 dicembre è prevista la sospensione dei servizi anagrafici al cittadino, sia in presenza che online: interruzione, questa, necessaria a convogliare la banca dati anagrafica di Roma Capitale nella Nuova Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr), in ottemperanza alle disposizioni governative. Duplice lo scopo del progetto. In primo luogo consentire a tutte le Pubbliche amministrazioni di accedere telematicamente a un unico archivio nazionale per l’acquisizione delle informazioni anagrafiche della popolazione. Allo stesso tempo, permettere ai cittadini di richiedere i certificati anagrafici e di stato civile presso qualsiasi comune italiano, e non soltanto presso quello di residenza, svincolandoli anche dall’obbligo di comunicare i propri dati ai diversi uffici della Pubblica amministrazione. Un passo in avanti verso la decertificazione e lo snellimento della burocrazia: le procedure di variazione dei dati della popolazione saranno semplificate e unificate a livello nazionale.

“ENTRA NEL NATALE”, CONCORSO PER IL PRESEPE PIÙ BELLO

PRESEPE 1IMG_20201126_131652In via Alessandria, all’interno di un portone, stanno allestendo un presepe. Roma2oggi vuole allora indire il concorso “Entra nel Natale” per il presepe più bello del municipio che abbia le stesse modalità di visione, sia per chi abita nel palazzo che per tutti quelli si trovassero a passare da quelle parti. Segnalateli, perciò, al nostro giornale (redazione@roma2oggi.it) e noi oltre a pubblicare le foto, alla fine delle festività natalizie proclameremo il vincitore di questa gara inusuale e simpatica.

LA PICCOLA LONDRA AL QUARTIERE FLAMINIO

PICCOLA LONDRA ROMAQuando credi di conoscere Roma alla perfezione, ecco che la capitale sa stupirti. Avete mai sentito parlare della Piccola Londra romana? Roma continua a regalare sorprese, anche a chi magari ci vive da molti anni o è abituato a visitarla di continuo. In pochi infatti sanno che la Città eterna vanta tra i suoi quartieri caratteristici anche una Piccola Londra. È così che viene definito uno dei luoghi più nascosti e poco PICCOLA LONDRA ROMA 2celebrati della capitale. Molto spesso sentire questo nome non fa risuonare alcuna campanella anche agli stessi romani. In fondo però fa parte del grande fascino innegabile della città, costantemente da scoprire. Se per caso ci si dovesse trovare tra viale del Vignola e via Flaminia, ci si renderà conto della presenza di un caratteristico vialetto pedonale, precisamente pavimentato con dei PICCOLA LONDRA ROMA 4sampietrini. Un luogo ideale per gli amanti di Instagram e i dipendenti dai selfie. Alzando lo sguardo si noteranno poi tante villette, dalle dimensioni simili, chiaramente rientranti in un progetto urbanistico ben preciso. Le loro facciate sono tutte variopinte e presentano un po’ di spazio dinanzi alla porta d’ingresso, delimitato da cancelletti in ferro. I portoni sono PICCOLA LONDRA ROMA 5rigorosamente in legno e le scale in pietra. Tutto grida stile british e risala l’estrema cura estetica, quasi ci si fosse trovati di colpo in un quartiere nel cuore di Londra. Volendo essere precisi questo surreale angolo d’Inghilterra è situato nel quartiere Flaminio, in via Bernardo Celentano. Questa strada PICCOLA LONDRA 6privata così intrigante ha una storia ben precisa, che affonda le radici negli inizi del secolo scorso. Nel 1909 infatti venne eletto il sindaco anglo-italiano Ernesto Nathan, che comprendeva pienamente il potenziale immenso di Roma e sognava di portarla al livello delle grandi capitali europee, in quanto a organizzazione e decoro. Fece dunque approvare un piano regolatore che impedì alle costruzioni di superare i 24 metri d’altezza, con villette che non potevano superare il secondo piano (tutte con cancelletto in ferro). Questa strada non è altro che un esempio di quel progetto ambizioso, realizzato dall’architetto Quadrio Pirani. Il progetto non è però mai andato oltre questo piccolo angolo di paradiso, che però isola i residenti dal traffico e caos della capitale.

IERI AUDITORIUM IN ROSSO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

auditorium “Per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne ci siamo tinti di rosso. In questo 25 novembre, fino a tarda notte, la Sinopoli sarà illuminata per ricordare tutte le vittime di violenza e come simbolo per dire #NoallaViolenzasulleDonne”. Così si leggeva ieri nell’account del Parco della Musica di Roma che, insieme ad altri edifici simbolo romani, come la Nuvola all’Eur, si sono accesi in omaggio al fianco delle donne.

EX CINEMA PALAZZO: L’INTERVENTO DI GERMANO, LA GAFFE DELLA RAGGI

GERMANOElio Germano interviene sugli sgomberi dell’ex cinema Palazzo. Dice l’attore: “Quanto è successo a San Lorenzo è un segnale inquietante dove con violenza emerge la lontananza tra la cittadinanza e le istituzioni, la distanza tra i cittadini e lo Stato. Il Nuovo Cinema Palazzo è stato uno spazio per tutti quanti non avevano uno spazio in città”. E intanto si registra una gaffe di Virginia Raggi: “Bene gli sfratti”. Poi si corregge.

LE DONNE NELLA SCIENZA IN STREAMING DALLA SAPIENZA

NOTTE RICERCATORIScienza, questa volta con un taglio al femminile, per la manifestazione di Doc Educational Scienziate! che saluta il suo pubblico sabato 28 durante la Notte Europea dei Ricercatori. In streaming dall’Università La Sapienza di Roma su https://www.scienzainsieme.it/programma-2020-notte-dei-ricercatori/ alle 18 la tavola rotonda Raccontare le donne nella scienza: un’occasione per parlare di scienza, stereotipi e parità di genere con divulgatrici scientifiche e scienziate, con l’incursione a sorpresa della compagnia di improvvisazione teatrale I Bugiardini. L’evento è organizzato da Romarama.

CASA DEL CINEMA, APPUNTAMENTO SU FB CON “BIANCO E NERO”

CASA DEL CINEMAPer gli amanti della settima arte proseguono gli appuntamenti on line con la Casa del Cinema che, lunedì 30 alle ore 18, presenta in diretta Facebook una nuova puntata di Bianco e nero dedicata al Covid-19: la pandemia, i vari lockdown e il loro impatto sul cinema e sull’audiovisivo dal punto di vista produttivo, economico e creativo, con le interviste e testimonianze tra gli altri di Carlo Verdone, Pupi Avati, Marco Bellocchio, Mario Martone, Francesco Bruni, Fabrizio Gifuni, Gianfranco Rosi, Gabriele Salvatores, Daniele Vicari, Andrea Segre, Enrico Vanzina. Evento organizzato da Romarama.

RITA LEVI MONTALCINI: FICTION IN TV CON ELENA SOFIA RICCI

RITA LEVI MONTALCINI“Rita Levi Montalcini” sarà trasmesso in prima serata tv stasera (Rai 1, h. 21:25). Il film diretto da Alberto Negrin, ha come protagonista Elena Sofia Ricci nei panni della scienziata. Omaggio a uno dei più grandi personaggi della recente storia italiana, il film tv racconta di lei a partire dal 1986, quando riceve il Premio Nobel, il più alto tra i tanti riconoscimenti che coronano una elena sofia riccilunghissima carriera di scienziata. La signora della scienza si era spenta, come molti ricorderanno, nel dicembre del 2012, nella sua abitazione in via di Villa Massimo, a due passi da Villa Torlonia. Tra gli interpreti Luca Angeletti, Ernesto D’Argenio, Carolina Sala, Francesco Procopio, Katia Greco, Elisa Carletti, Dora Romano.

SMART DI PIAZZA CRATI: NUOVO CICLO DI APPUNTAMENTI

Fondazione smArt, polo per l’arteFondazione smArt polo per l’arte presenta un nuovo ciclo di appuntamenti del format didattico – esperienziale Pillole di arte contemporanea nella nuova formula (online) a cura di Marta Silvi. Dopo l’esperienza della passata edizione con il ciclo di incontri, organizzato in lezioni frontali e visite esterne, per avvicinare il pubblico ai linguaggi dell’arte contemporanea e quella delle Pillole a domicilio, appuntamenti virtuali con alcuni protagonisti della scena contemporanea, venerdì 27 novembre parte un’ulteriore evoluzione del progetto attraverso una formula di lezioni online a cui però si accompagnano visite esterne ad alcuni dei luoghi del contemporaneo più importanti della capitale. Il nuovo corso è dedicato ad uno dei linguaggi più provocatori dell’arte contemporanea: Il corpo come misura e limite. La performance e le forme della resistenza umana nell’arte. Il corpo umano è il primo territorio e la prima frontiera con cui l’uomo entra in rapporto nella propria vita. Continue reading

QUANDO SUSO CECCHI D’AMICO ABITAVA A CORSO D’ITALIA

SUSO CECCHI D'AMICOSuso Cecchi D’Amico, pseudonimo di Giovanna Cecchi D’Amico nasce a Roma nel 1914 da genitori toscani: lo scrittore Emilio Cecchi (da cui prende il cognome di nascita Cecchi) e la pittrice Leonetta Pieraccini. Terminato il Lycée Chateaubriand di Roma non si iscrive all’università, poiché, non avendo sostenuto il baccalauréat con latino e greco «allora per continuare gli studi potevo solo iscrivermi a una o due facoltà, come per esempio botanica, che francamente non m’interessavano»[. Dopo un soggiorno all’estero, in Svizzera e in Inghilterra, a Cambridge, decide di trovarsi un lavoro. Grazie all’intervento del ministro Giuseppe Bottai, «l’unico gerarca che avesse un qualche rapporto con gli intellettuali viene assunta al ministero delle Corporazioni, poi ministero Scambi e Valute, dove lavora per quasi sette anni come segretaria personale di Eugenio Anzilotti, direttore generale del Commercio Estero.  Nel 1938 sposa il musicologo Fedele D’Amico, figlio di Silvio, dal quale avrà tre figli: Masolino, Silvia e Caterina. Continue reading

VIALE ERITREA, IERI E OGGI

viale eritreaviale eritrea 2Nella foto d’epoca è il 1933 e ci troviamo in viale Eritrea. In primo piano appare anche quello che sarà il tracciato di via Sirte. Anche l’altra foto è di quel periodo, mentre l’immagine a colori appartiene viale eritrea 3ai giorni nostri.

“SETTECEREALI”, RISTORANTE TUTTO BIO A VIA ISONZO

Logo-settecerealiALESSANDRO SALARIS CHEF A via Isonzo 16, da qualche tempo, c’è Settecereali, un nuovo locale completamente “bio”. E questa particolarità fa sì gli affezionati del genere, ma anche gli avventori curiosi di novità e prelibatezze culinarie, stiano frequentando sempre più spesso il ristorante. Ecco la proposta gastronomica: per il pranzo, bio street food: pizza ai 7cereali al taglio o al piatto, pizzburgher, supplì, arancini di selvaggina, fritti di verdure, vellutate,  zuppe, legumi e verdure di stagione, insalate da comporre secondo i propri gusti. Per la cena, il bio gourmet secondo la stagionalità della migliore materia prima biologica e su ispirazione dello chef: Pasta fresca realizzata con farina ovviamente bio, pizza al tavolo, carni pregiate, cereali, legumi, ortaggi rigorosamente di stagione; al bar: estratti e caffé bio. Orari di apertura: lunedì: solo prenotazione; martedì  – sabato: 10:30 – 23:00; domenica : 19:00 – 23:00. Telefono: 0647547700 – email: info@7cereali.net