ISOLA PEDONALE AL VILLAGGIO OLIMPICO? C’È CHI DICE NO

villaggio olimpicoSul progetto di una nuova isola pedonale nel cuore del Villaggio Olimpico,  che prevede per un’intera parte del viale della XVII Olimpiade uno spazio con giardini, aiuole e piste ciclabili e uno per il mercato, sarà battaglia lunedì 13 all’assemblea popolare che si terrà nel pomeriggio in piazza Jan Palach. La contestazione viene da un comitato di cittadini. “Di una nuova isola pedonale non abbiamo bisogno” spiegano Carla Cerutti e Francesco Garroni Parisi “Ne abbiamo già due molto grandi, piazza Jan Palach e piazza Grecia”. E poi enumerano i problemi. In primo luogo quelli che riguardano i parcheggi. “Con il progetto” affermano “se ne perderebbero almeno duecento su quattrocento e in questa zona sono molto preziosi soprattutto per i residenti.  In quanto nei giorni delle partite all’Olimpico, ma anche in quelli del mercato o di alcuni spettacoli dell’Auditorium, siamo invasi di macchine che vengono da fuori  e spesso ci costringono a trovare un posto per la sosta lontano”. Ma non è tutto. Sotto accusa è poi l’uso, su ottomila metri quadrati di prati, di mattonelle di cemento e ghiaia  drenante, “un modo” protesta il comitato ” per non doversi più occupare della cura dei prati e per ridurre il vero verde a poche aiuole con i fiori”. E infine c’è anche un altro motivo per cui il gruppo di abitanti contesta le proposte di Andrea Stipa, Francesca Capitani e Marco Lanzetta, vincitori del concorso di progettazione lanciato dal II Municipio guidato dalla dem Francesca Del Bello. “Bloccando al traffico una parte del viale su entrambe le corsie” concludono “si costringerebbe tutti e soprattutto noi residenti a fare giri complicati per uscire e tornare a casa, appesantendo altre strade come ad esempio via degli Olimpionici”. Insomma nel corso dell’assemblea chiederanno che il piano sia rivisto. “Il Municipio” spiega Del Bello “ha avviato a fine giugno un processo di partecipazione. Abbiamo pubblicato e messo online sul nostro sito il piano e aperto una casella di posta elettronica dedicata alla quale i comitati e i cittadini possono inviare le loro osservazioni e proporre migliorie, ad esempio l’ampliamento dei posti auto o della superficie a prato. Ora faremo l’assemblea di lunedì e poi a fine luglio prenderemo in considerazione le diverse proposte e stabiliremo modifiche a seconda delle indicazioni, come abbiamo già  fatto: la pedonalizzazione si è ridotta e solo per un tratto piccolo non si potrà attraversare”.  Fonte: la Repubblica