LUNGOTEVERE FLAMINIO, SI GIOCA LA COPPA DEI CANOTTIERI

Canottieri_LazioIn bilico fino all’ultimo ma il Coronavirus non ferma la Coppa dei Canottieri, lo storico torneo nato nel 1965 su idea dell’icona del Circolo Canottieri Lazio (lungotevere Flaminio 25A, ndr), Gustavo ‘Babbo’ Valiani. L’ordinanza regionale del 2 luglio ha dato il via libera così la Coppa dei Canottieri sarà uno dei primi tornei a ripartire dopo il lockdown. Venti squadre, cinque circoli storici in gara per  aggiudicarsi il trofeo più ambito dell’anno. “L’edizione di quest’anno è unica nel suo genere. Lo stop iniziale ci aveva sconfortati ma non abbiamo mai mollato, quando la Regione Lazio ha dato l’ok ci siamo rimboccati le maniche e fatto in modo che la macchina organizzativa potesse ripartire nonostante il poco preavviso. Sarà un torneo speciale perché inizierà con un omaggio al maestro e socio onorario del nostro Circolo Ennio Morricone prima del fischio di inizio” – ha detto Gabriella Bascelli, vicepresidente allo Sport del Cc Lazio. Per garantire la massima sicurezza ai giocatori e allo staff è stata istituita una task force anti Covid che misurerà la temperatura a tutti coloro che sono autorizzati ad accedere nelle Fossa.  Ogni squadra compilerà e consegnerà i modelli anti Covid come da protocollo nazionale, le tribune diventeranno le “panchine” delle squadre in campo in modo da consentire il corretto distanziamento sociale. Ad ogni partita la task force effettuerà la sanificazione del campo, del pallone e dei sedili. Per poter accedere l’organizzazione consegnerà a giocatori, dirigenti, tecnici e staff una card numerata che fungerà da chiave d’accesso alle aree di gioco. Implementati inoltre i percorsi differenziati e distinti per l’accesso al campo e per garantire ampia separazione tra le persone autorizzate all’accesso nella zona. Fonte: Romatoday