VILLA BORGHESE, DISCOTECA SOFT

mythosHouse & lounge. Non si balla ma si partecipa, come ad un concerto. Per aver inaugurato solo con il tam tam sui social, sabato sera, quasi a sorpresa, il locale all’aperto Mythos in via del Galoppatoio a Villa Borghese ha avuto un grande successo di pubblico. La struttura nel verde (2000 metri quadrati) ispirata alla mitologia greca con vasche termali e una statua del minotauro sopra la consolle del dj, che negli anni passati ha ospitato Bob Sinclar e Ravin, dj del Buddha Bar, si è “trasformata”, con un mese di lavori, in un grande ristorante all’aperto con intrattenimento musicale (la pista da ballo non c’è ma chi vuole può accennare qualche passo intorno al tavolo) dove si può andare tutte le sere della settimana dalle 20, con aperitivo, cena e musica. «È una discoteca-non-discoteca — racconta l’ideatore Alberto Altigieri — un locale che propone spettacoli e performance per un nuovo concetto di serata e di divertimento. Come ad un concerto, trasformando l’esperienza negativa del Covid-19 in una socializzazione soft. Abbiamo chiuso l’Art Cafè il 5 marzo e ci dispiaceva non far lavorare il personale estivo, che sono 200, assunti dal 1 giugno fino a settembre». Fonte: la Repubblica