I FILM DI ALBERTO SORDI AMBIENTATI (ANCHE) NEL MUNICIPIO

ALBERTO SORDI (PRIMO A SINISTRA) IN UNA SCENA DE 'IL SEGNO DI VENERE' AL PINCIOsordi alla finestra SALITA DEI PARIOLIRicorrono quest’anno i cento anni dalla nascita di Alberto Sordi. Vogliamo ripercorrere alcuni film da lui girati nel nostro municipio. Iniziamo da “Il segno di Venere”: c’è una scena sul terrazzo del Pincio e tra gli altri c’è Albertone. E poi quando Sordi e Franca Valeri si trovano in un bar a via di Priscilla (stesso bar in cui fu girato “I Tartassati” con Fabrizi e Totò) . In “Amore mio aiutami” in coppia con Monica Vitti, c’è Sordi nella casa di Salita dei Parioli. Per inciso, nello stesso film la Vitti parcheggia davanti a Villa Giulia. Nei primi anni Cinquanta lo ritroviamo nei panni di un buffo esploratore, che cerca di fermare   una carrozza ed il suo cocchiere su uno dei viali centrali di Villa Borghese, per far mammam1salire la sua amata signorina Margherita, in “Mamma mia, che impressione!”. Stesso film, ma quartiere Pinciano, stavolta quando il boy scout è davanti alla casa della ragazza, tra via Mercadante e via Porpora. Infine, “Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo” con Nino Manfredi a Villa Borghese

Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo