PURE BEBE VIO ALLA FESTA DEL MAXXI CON 100 OSPITI VIP

bebe vioÈ tutto quasi un po’ surreale. Festa o non festa? Party o non party (di certo non si balla)? “Little black dress” o jeans? La serata risulta un “fritto misto” molto glamour con mascherine griffate (sfoggiate in paiellettes e pizzo da molte invitate) e guantini in tono. All’inaugurazione ad inviti di Mediterraneo Ristorante & Giardino al museo Maxxi i cento ospiti arrivano quasi timidamente, alla spicciolata e si mettono educatamente in fila, a distanza di un metro, per poter entrare. Sulla porta due body guard con il termoscanner misurano la febbre a tutti, vip o non vip, elegantissimi in nero con mascherina nera con scritto in bianco Mediterraneo, così come la indossano le diverse hostess che accompagnano gli invitati ai tavoli ed i camerieri in divisa scura. All’ora X del “party”, cioè le 19,30 ci sono più fotografi e cronisti che ospiti. Questo è il primo evento romano post Covid-19 ed ha suscitato una sfrenata caccia all’invito e tanta curiosità. In questa Fase 2 piena di norme, spesso di difficile interpretazione, doveva esserci un dj-set ma poi è stato rimandato per sostituirlo con una selezione musicale elaborata da alcune delle crew che da metà giugno, regole permettendo, saranno nella programmazione delle serate. Da Female Cut ad Any Given Monday, da Electronic Music Division a Blackhole. Al Mediterraneo nuova gestione, curato dall’imprenditore Alessandro Cantagallo, con direttore artistico Manfredi Alemanno, sì, il figlio dell’ex sindaco, ci saranno tutte le sere, da domani, aperitivi, cena e cocktail bar. “Peccato per il dj stasera – dice Alessandro Cantagallo – ma sono molto ottimista. Vedo questo posto come una grande opportunità. Cominciamo per primi e ne sono contento. Questa è una vera sfida e credo che questo periodo possa essere da subito un grande vantaggio”.  Il giardino è pieno di fiori con un arco di bouganville e grandi piante tropicali che circondano i tavoli, fra i quali le dieci “homy”, cupole in bambù che sono una sorta di piccoli privè per cinque persone. Fra gli ospiti la schermitrice Bebe Vio, l’ex moglie di Gianni Alemanno Isabella Rauti, il rapper romano Fasma (pseudonimo di Tiberio Fazioli), la blogger Tess Masazza, il regista Matteo Martinez, il team del Maxxi Beatrice Fabretti e Pietro Barrera, Fabrizio Corallo, il cantante Antonio Aiello, l’attore americano Marc Cefaratti, con mascherina da Superman, e l’influencer Leonardo Bocci. Tutti a farsi selfie davanti alla scultura in legno di un grande cavallo nero che domina il giardino, e poi seduti rigorosamente ai tavoli, ad assaggiare le portate preparate dagli chef Emanuele Pompili e Francesco Di Cori, fra le quali, mezze maniche con salsa ai pomodori e basilico croccante e maritozzo con insalata di scampi al vapore, fino ai dolci della pastry chef Irene Tolomei, come il “funghetto di cheese cake”. Fra gli invitati attesi spiccano nella lista Ricky Tognazzi e  Simona Izzo ma alle 21,30 ancora non si sono visti.  Suspense per Alessandro Borghi, attore protagonista della fiction Sky “I demoni”. Ma la notte è ancora lunga, E poi per tutti i gelati del food truck Verde Pistacchio fino a tardi. Fonte: la Repubblica