PARCHI APERTI MA INCOLTI

VILLA BORGHESELa sindaca di Roma Virginia Raggi risponde alle polemiche sulle condizioni dei parchi cittadini, riaperti da una settimana e che in molti casi sono uno stato di incuria, con erba alta e verde fuori controllo. Quanto al rispetto delle norme di distanziamento sociale, Raggi spiega poi che non c’è volontà di chiudere le aree verdi ma “bisogna evitare assembramenti o partite di calcio e picnic”. “Durante la prima settimana possiamo farci i complimenti. Mi sto facendo mandare i report dalla Polizia Locale e dalle associazioni che operano nei parchi per capire qual è l’esito dei controlli. Se i report danno informazioni positive e favorevoli non c’è da parte mia la volontà di chiudere i parchi. Bisogna però evitare atteggiamenti come non rispettare il distanziamento sociale, creare assembramenti o fare partite di calcio e picnic”. Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi nel corso di una diretta Facebook. “I parchi sono stati riaperti sostanzialmente tutti. A Roma ci sono 1.600 parchi per un totale di 44 milioni di metri quadri, ma il Servizio giardini ne cura solo una parte e il resto sono affidati a ditte private. Durante la fase 1 molte ditte non hanno lavorato e quindi hanno ricominciato questa settimana: ci vorrà un po’ di tempo ma non temete, perche’ a breve i parchi saranno tutti sfalciati. Le aree gioco e quelle attrezzate per lo sport, invece, sono ancora chiuse o nastrate”. Fonte: la Repubblica