CORONAVIRUS: A FINE APRILE LA FASE DUE?

CARTABELLOTTA“Dal punto di vista epidemiologico, possiamo cominciare a parlare della ‘fase due’ quando non ci saranno più contagi. A oggi ci sono vari modelli predittivi che collocano questo periodo tra la fine di aprile a metà maggio, ma è chiaro che non è possibile fare delle previsioni assolute. Prima di quella data cominciare a pensare di fare delle riaperture di qualunque natura è estremamente rischioso, perché il rischio che si ripresentino nuovi focolai è medio-alto, come è successo ad esempio a Hong Kong, dove si sono registrati casi di rientro”. Sono le parole pronunciate ai microfoni di “24 Mattino”, su Radio24, dal presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, che raccomanda: “Bisogna cominciare a mettere un po’ di paletti e mi auguro che questo venga fatto dal governo in tempi rapidi, perché le Regioni vanno un po’ per conto loro, motivo per cui non vorrei che ci fossero fughe in avanti”.