CORONAVIRUS: IL II MUNICIPIO RISULTA IL PIÙ COLPITO

mappa-casi-contagi-coronavirusUn totale di 1181 contagiati dal coronavirus a Roma da inizio emergenza, con l’impatto complessivo maggiore sul territorio della Asl Roma 1 e il II municipio in cima alla lista per numero di casi in rapporto alla popolazione, perché qui si concentra il più alto numero di anziani. Sono i dati sull’incidenza del covid-19 sul territorio della Capitale diffusi oggi dalla regione Lazio in conferenza stampa e raccolti in una mappa lavorata dal Seresmi (Servizio regionale per sorveglianza delle malattie infettive). Una distribuzione in generale a macchia di leopardo, dove a influire maggiormente è l’età anagrafica della popolazione, ma con zone più uniformi nel quadrante est della città. Per ognuno dei 15 distretti sanitari territoriali che compongono le Asl, coincidenti con i 15 municipi della Capitale, è stato calcolato il tasso di incidenza del covid-19 al 30 marzo, vale a dire il numero di abitanti che hanno contratto il virus su un campione di 100mila residenti. Vediamo i numeri più da vicino, tenendo a mente che si parla sempre di valori assoluti, mai di valori percentuali.  Il territorio della Asl Roma 1 (che conta 472 casi accertati) è quello dove si ha più densità di contagi: 45,8 su 100mila residenti. Segue la Roma 2 con un numero di casi più alto, 486, ma su un territorio con un numero maggiore di abitanti e un’incidenza di 37,4 malati. Terza la Roma 3 con 223 casi e un tasso del 36,7. Fonte: Romatoday