QUANDO NON C’ERA ANCORA LA CHIESA DI SANTA EMERENZIANA

VIA LUCRINO 1937Questa è una storia che si è sviluppata per un decennio e che racconta, diciamo così, gli sviluppi architettonici di un nostro quartiere. Proviamo a riepilogarla brevemente. Dal 7 aprile 1937 entra in servizio la rimessa chiamata Eritrea, dal nome dell’adiacente viale Eritrea. La rimessa è in realtà un capannone in lamiera recuperato dal cantiere binari di piazza Caprera. La rimessa occupa esattamente l’area della successiva chiesa di Santa Emerenziana e alla stessa si accede da via Lucrino. La rimessa sarà parzialmente smantellata all’entrata in servizio del deposito della Lega Lombarda e del tutto eliminata nell’immediato dopoguerra.