VIALE ERITREA: UN NEGOZIO, UNA STORIA

mieliA viale Eritrea c’è un negozio di abbigliamento, gestito da Gabriele Mieli. Il padre Alberto, scomparso nel 2018 a 92 anni, era uno degli ultimi sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti. Nato a Roma, era stato cacciato dalle scuole a causa delle leggi razziali: catturato dai fascisti e dalla Gestapo, era stato deportato a Auschwitz Birkenau non ancora ventenne, dopo esser passato per il IL NEGOZIOcampo di Fossoli. Da tutti conosciuto come ‘Zi Pucchio’, Mieli negli ultimi anni era stato uno dei testimoni più attivi nel raccontare la Shoah in Italia. Nel 2015 veniva insignito dall’Università di Foggia della laurea honoris causa in Filologia, letteratura e storia.