MLAC DELLA SAPIENZA: ANTONIO BALLISTA, CONCERTO E MOSTRA

Ballista_AntonioDa anni protagonista della scena musicale italiana e internazionale come pianista e direttore d’orchestra, particolarmente attento agli sviluppi più recenti dell’arte dei suoni, Antonio Ballista dalla metà degli anni Settanta affianca all’attività musicale quella di artista visivo. Martedì 21 gennaio alle 18.30 si inaugura al Mlac, Museo Laboratorio di Arte Contemporanea della Sapienza (a cui si accede dallo AntonioBallista-AtmosfereSospese_Autoritrattostesso ingresso dell’Aula Magna), la mostra “Antonio Ballista. Atmosfere sospese. Opere grafiche 1976-2020”. Sono una sessantina tra incisioni e disegni stampati digitalmente. La mostra resterà aperta fino a sabato 1 febbraio e sarà visitabile tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 15 alle 19, con ingresso libero. Questa mostra si svolge in occasione del concerto che Antonia Ballista terrà sabato 25 gennaio alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza per la Iuc, Istituzione Universitaria dei concerti, per cui ha preparato uno dei suoi tipici programmi bizzarri, intelligenti, sorprendenti, con una serie di brevi brani musicali apparentemente disparati ma tenuti insieme da una fantasiosa idea. Sotto il titolo Noir. AntonioBallista-AtmosfereSospese_Piani di luceAntonioBallista-AtmosfereSospese_La cucina di LornaLa Paura Si Fa Sentire Ballista ha riunito musiche di Verdi e di Adams, di Gounod e di Michael Jackson e di un’altra dozzina di compositori, che ci faranno provare il lato oscuro della musica, che ci parla di leggende misteriose, di avvenimenti paurosi, di orride streghe e di tremende tempeste. Paura mescolata all’ironia. Con la partecipazione del soprano Lorna Windsor (ci sarà anche un cameo con la voce registrata di Paolo Poli) e le immagini visionarie di Gian Luca Massiotta.