LA LISTE CIVICA DEL MUNICIPIO CONTRO LA DESTRA ROMANA

PAOLO LECCESELa destra romana ha presentato una delibera per la “sepoltura dei bambini mai nati”, anche in mancanza di richiesta della donna coinvolta chiedendo inoltre la creazione di un’area in ogni cimitero romano per i feti abortiti. Questa iniziativa purtroppo non è isolata ma è stata portata avanti negli ultimi mesi in diversi Comuni a riprova del fatto che bisogna sempre essere vigili per evitare che si torni al passato rispetto ai diritti conquistati. Difatti questa azione coordinata mira alla revisione della legge sull’aborto riconoscendo contro ogni fondamento giuridico il feto come persona. Posto che la legge già garantisce la possibilità di richiedere la sepoltura dei feti quando c’è interruzione di gravidanza, su decisione esclusiva della donna, questa delibera si presenta come un atto di violenza imposta a chi non vuol fare ricorso a questa possibilità. Per questa ragione abbiamo anche presentato una Mozione in cui riteniamo che la problematica vada affrontata certo ma cercando soluzioni diverse, in grado di proteggere le categorie di donne più fragili, potenziando quindi i consultori, presidi gratuiti a tutela della salute e della libertà di ciascuno e consentendo alle donne maggiore informazione e tutela. Ad oggi questa mozione non è stata calendarizzata tantomeno è stato convocato il Consiglio per permettere la discussione sulla delibera. Chiediamo quindi un chiarimento immediato su questo e chiediamo di poter portare in aula le nostre istanze a tutela dei cittadini e delle cittadine. Così in una nota il gruppo dei Civici, Radicali e Volt del Municipio II composto dai consiglieri Leccese, Cortese, Coletta e Andreoli.