CASA DEL CINEMA, PRESENTATO UN PROGETTO PER L’AMBIENTE

LOGOQuando, nel lontano 1982, nel monologo finale di Blade Runner, il replicante Roy Batty pronunciò la celeberrima frase “Ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi….”, con tutta probabilità non avrebbe, a sua volta, mai potuto immaginare di vedere quello che gli umani si accingevano a fare a distanza di pochi decenni: la distruzione del mare e l’annientamento di molte delle sue specie viventi a causa di una scellerata vera e propria invasione di plastiche e micro plastiche. Ed è stata proprio la frase di Roy Batty ad ispirare Humans Save The Sea, un progetto ideato da Gianni Chimenti e Paola Deiana con il contributo di Alberto Luca Recchi, sviluppato in stretta collaborazione con l’associazione ambientalista Marevivo, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, dalla Fondazione Cinema per Roma, dall’ Anec, dall’Anem, dall’Anica, dall’Ente David di Donatello e dall’Agiscuola e sostenuto da MYmovies ed Escape Land, presentato alla stampa, presso la Casa del Cinema, alla presenza di Sergio Costa, ministro dell’Ambiente.