OGGI IL MAXXI CELEBRA LA GIORNATA DEL CONTEMPORANEO

 Due visite guidate gratuite alla Collezione; un workshop dedicato a Maria Lai. Tenendo per mano il sole; per la prima volta in Italia, la performance musicale dell’artista lituana Kristina Inčiūraitė;  la mostra fotografica del Premio Graziadei, la possibilità di visitare il museo e le mostre in corso, tutto a ingresso libero: così il Maxxi celebra la 15 edizione della Giornata del Contemporaneo A , la grande manifestazione che oggi apre gratuitamente oltre 1000 realtà in tutta Italia per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico. Anche quest’anno Amaci presenta un programma multiforme nella volontà di avvicinare il pubblico al complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea; un’occasione speciale casolaroper conoscere meglio musei, fondazioni e gallerie, visitare atelier d’artista, prendere parte a dibattiti, visite guidate e laboratori, entrando attivamente in contatto con l’arte del presente. Per il 2019 il programma si arricchisce anche di un’altra iniziativa, che vede l’artista Eva Marisaldi (che quest’anno firma l’immagine guida della giornata con la rielaborazione di un frame tratto dal video Legenda del 2002) protagonista di una mostra diffusa su tutto il territorio italiano: i musei Amaci infatti ospiteranno simultaneamente una selezione di opere dell’artista. In particolare, al Maxxi verrà esposta l’installazione Base (2000), vincitrice del Premio per la giovane arte italiana. MAXXI_PremioGraziadei_LucaNostri_Anselmo(1)Alle 17 il Maxxi ospiterà al Centro Archivi la performance musicale The Fragment as a Proverb, di Kristina Inčiūraitė, una delle artiste lituane più note nel panorama artistico internazionale, sostenuta dal Lithuanian Council for Culture con gli Allievi della Cantoria dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e  Mariko Takagi, maestra giapponese dell’arte del fischiare (ingresso libero fino a esaurimento posti; non sarà possibile entrare a performance iniziata; per prenotazioni arte@latitudo.net ). La performance è un invito ad ascoltare frammenti di canzoni popolari, divenute parte della memoria personale e collettiva, come proverbi. Al termine, ci sarà Presentazione del catalogo Reflecting Women (Iacobelli editore | Albumarte) dedicato all’artista con la curatrice  Benedetta Carpi De Resmini e gli autori Claudio Libero Pisano, Donatella Saroli. Al Maxxi i visitatori potranno accedere liberamente alle mostre in corso, tra cui quelle che vedono protagoniste due grandi artiste: Maria Lai. Tenendo per mano il sole, la grande mostra dedicata a una delle voci più singolari dell’arte italiana contemporanea in occasione del centenario della sua nascita; il focus  Elisabetta Catalano. Tra immagine e performance: immagini che ritraggono le performance in studio di Vettor Pisani, Cesare Tacchi, Joseph Beuys e Fabio Mauri e in Videogallery il focus La poesia dell’impegno, dedicato a Gea Casolaro. Inoltre, le nuove opere della Collezione Maxxi  (Stefano Arienti, Gregorio Botta, Paolo Canevari, Joan Jonas, Luca Nostri, Eduardo Stupía) e, per l’occasione, sarà aperta per tutto il weekend  la mostra del Premio Graziadei per la fotografia, con opere di Alba Zari e Alessandro Calabrese (alle ore 17.00 incontro con gli autori in Sala Carlo Scarpa). In occasione della manifestazione l’Ufficio Educazione del Maxxi offre al pubblico del museo due visite guidate gratuite (fino a esaurimento posti – max 25 persone – si consiglia la prenotazione scrivendo a edumaxxi@fondazionemaxxi.it ): la prima alle ore 11.30 e la seconda alle ore 16.30, alla scoperta dell’architettura del museo e della Collezione Maxxi. Appuntamento alle 17 per il workshop L’arte è il gioco degli adulti, per giocare con tre dei quattro i mazzi di carte di Maria Lai, all’interno della mostra stessa: un modo per conoscere meglio l’artista e la sua opera e per divertirsi comprendendo il mondo dell’arte grazie alle categorie da lei individuate.