BLITZ DI SALVINI ALLO STADIO FLAMINIO

STADIO FLAMINIOAncora una tappa romana per l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini. Dopo il sit in del 4 ottobre e il sopralluogo tra i roghi tossici di Fonte Laurentina, il senatore della Lega ha organizzato un sopralluogo all’interno dello Stadio Flaminio, vecchio impianto sportivo abbandonato nel II municipio. “Ecco l’ennesimo simbolo del degrado di Roma” ha detto in diretta Facebook in quella che uè n’operazione di attacco studiata, quasi quotidiana, contro la sindaca Virginia Raggi e il Campidoglio a Cinque Stelle. “Facciamo due passi con gli abitanti del quartiere tra monnezza, camperisti e quant’altro. Per gli appassionati di sport il Flaminio significa qualcosa. E’ cresciuto anche un fico nei bagni, un bel microclima…” commenta Salvini in perlustrazione sull’area con gli esponenti leghisti del territorio. Se qualcuno del Comune sta guardando, prosegue, “visto che Raggi mi ha in simpatia… Virginia dai vieni a fare 2 passi, dai un occhio. Sei lì da 3 anni e mezzo e qualcosina dovresti averla capita di Roma”. Di ristrutturare il Flaminio si parla da secoli. Nel 2018, l’assessore allo Sport Daniele Frongia annunciava l’avvio di operazioni di bonifica, pulizia, rimozione dei rifiuti. Operazione propedeutica, sulla carta, alla creazione di un parco monumentale dove ospitare anche la “Casa del Rugby”. È tutto fermo. Simbolo del degrado e, per Salvini, sponda perfetta per attaccare l’amministrazione Raggi. Fonte: Romatoday