VIA OMERO: CONVEGNO SU PIETER BRUEGEL IL VECCHIO

 Nel 2019 si commemorano i 450 anni dalla morte di Pieter Bruegel il Vecchio, avvenuta a Bruxelles nel 1569. Per celebrare questo maestro del Rinascimento europeo, l’Academia Belgica, i Musée Royaux des Beaux-Arts del Belgio e l’Università degli Studi di Genova hanno organizzato un convegno internazionale intitolato “Bruegel and Italy / Bruegel e l’Italia” che si terrà in via Omero il 27 e 28 settembre. Bruegel è noto soprattutto per le sue scene paesane e invernali, che sono diventate immagini archetipo dei Paesi Bassi, anche se in realtà i suoi capolavori superarono la dimensione locale, come ben dimostrano i suoi paesaggi, in cui ricorre il ricordo del paesaggio roccioso alpestre che egli ebbe modo di osservare durante i suoi viaggi per e dall’Italia. L’artista raggiunse la Penisola intorno al 1552 e il suo soggiorno durò circa due anni. Incredibilmente, rimane pochissimo della sua produzione italiana e recentemente è stato addirittura ipotizzato che alcuni dei suoi disegni ritenuti “italiani”, come la Veduta della Ripa Grande, siano stati eseguiti “ a memoria” dopo il suo rientro nelle Fiandre.