PIAZZA BOLOGNA, ANNI CINQUANTA

piazza bolognaAncora una foto e un commento di Giovanni. Questa volta si tratta di piazza Bologna: “Dopo piazza Santa Emerenziana, non vogliamo allungare verso piazza Bologna? Direi che le nostre “transumanze giovanili” andavano ben oltre. Non avevamo tutti il motorino…ma avevamo una voglia di incontrarci e stare insieme notevole. Andare in giro era bello e non era pericoloso. L’Atac ci aiutava molto in questo: piazza Bologna, per noi della 2 circoscrizione era grandissima e trafficatissima. Era quasi il centro. In questa cartolina d’epoca, una delle prima a carattere pubblicitario, si reclamizza la pensione Laura. Un intervento in tipografia la indica con una freccia che solca il palazzo dove si trovava la pensioncina di serie B che dava alloggio già da allora ai primi professori universitari e studenti che arrivavano a Roma per la Sapienza. Acquerellata sulla lastra originale in fretta e furia (davvero improbabili certi gialli!!!) la cartolina ci racconta la vita caotica degli anni Cinquanta: parecchio il movimento di auto e persone, a differenza delle nostre precedenti cartoline dove regnavano una certa pace e tranquillità. Nei pressi, in ogni caso, l’ufficio centrale delle Poste che hanno da sempre condizionato anche il rumore di fondo della piazza”.