IL CANTIERE INFINITO DI VIA ALESSANDRIA

VIA ALESSANDRIADiceva il Municipio che dopo tre settimane dall’intervento di Italgas si sarebbe concluso tutto l’iter dei lavori Acea. Diceva pure il Municipio, tramite consiglieri e assessori che si venivamo a sparare le pose e affiggevano avvisi abusivi sulla prossima fine lavori, che le fole che giravano sulla stabilità degli edifici prospicenti erano appunto fole. Ora presidenti, assessori e consiglieri vari stanno al mare così ci risparmiamo VIA ALESSANDRIA 2l’ennesimo esempio di insipienza amministrativa. I tempi sono ben più lunghi del previsto; in linguaggio strettamente tecnico si parla di “carissimo amico”. Nondimeno vengono installate le famose salvaguardie per la stabilità degli edifici che affacciano sui manufatti ancora in fieri come si vede nelle foto e che erano state definite frutto della fantasia di qualche cittadino vaneggiante e provocatore dall’insieme di ingegneri strutturisti che compongono la commissione Lavori Pubblici del municipio. Mentre i nostri eroi si godono il meritato riposo, un colossale macchinario continua a pompare liquami h24 a carissimo prezzo con notevole rumore che affligge i residenti. Le attività commerciali sono in gravissima sofferenza da mesi lamentando che lo stato delle cose era ben noto a chi di dovere. (Alessandro Ricci)