INFIORATA A VILLA BORGHESE

VILLA BORGHESEDuemilia piantine floreali hanno colorato la Scalea del Bazzani, uno tra gli ingressi più fascinosi di Villa Borghese, di fronte alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, per uno spettacolo visivo che ha accolto il pubblico del Satyrus e gli ignari passanti, che hanno goduto di un aperitivo floreale al tramonto. Era il 1911 quando in occasione dell’Esposizione Universale il Comune di Roma, commissionò a Cesare Bazzani la sistemazione generale dell’area. L’architetto sistemò i giardini d’innanzi alla galleria, realizzando disegni per fontane e statue, progettando anche due fontane gemelle che sono legate stilisticamente all’edificio della Galleria d’Arte Moderna. Proprio d’innanzi alla galleria il progettista realizzò la sua celebre scalinata, tra le più famose della Città Eterna, divenuta teatro di uno spettacolo floreale che ha preso il nome di Infiorata di Villa Borghese, organizzata dal Satyrus di Edoardo Corcos e Giorgio Tammaro, due che al termine dell’estate concluderanno il loro mandato (di tre anni) assegnatogli dal II Municipio, che prevedeva la riqualificazione e la ristrutturazione della scalinata. «Una ristrutturazione fatta ad arte», sottolineano gli organizzatori, nel pieno rispetto della storia e dell’architettura, oltre che dell’ambiente, letteralmente bonificato e reso salubre e sicuro dal club all’aperto, che ogni sera propone musica dal vivo e aperitivi che riempiono il pubblico di bellezza. Fonte: il Messaggero