COMMISSARIATO DI VIA ACHERUSIO: CONSIGLI UTILI PER L’ESTATE

commissariato via acherusioLeggiamo su Facebook: Ho ricevuto un messaggio davvero apprezzato da un funzionario del Commissariato di Polizia di via Acherusio, il quale, in vista dell’estate e delle vacanze, sottolinea l’importanza di alcuni accorgimenti da tenere durante questo periodo, in tutti i sensi, “caldo”. Sono pochi consigli che potrebbero fare la differenza. Inoltre vi confermo che il gruppo è utile si per diffondere notizie, ma per emergenze in prima battuta chiamate sempre gli organi competenti. “Faccio parte del gruppo Trieste-salario e le scrivo affinché lei possa condividere il messaggio con l’intero gruppo senza che lo faccia io. Sono un poliziotto e lavoro al commissariato “Vescovio” di via Acherusio, quindi di zona. Ho pensato di provare a rendere pubblico un messaggio importantissimo per i cittadini di zona, in quanto la stessa presenta costantemente criticità relative a furti in appartamento, soprattutto nelle vacanze estive. Per questo, sarebbe molto bello ed utile, se lei potesse pubblicare con costanza raccomandazioni circa delle piccole accortezze che si possono avere in zona, per aiutare noi del commissariato a combattere la piaga dei furti in abitazione.  Le sarei quindi immensamente grato se potesse riferire a tutto il gruppo, di non esitare a contattare il nostro ufficio (nello specifico la squadra anticrimine di cui faccio parte), ove mai qualcuno dovesse notare quei “segnali” che fanno capire se uno stabile è, o meno, osservato da ladri. Per esempio: piccolissime “virgole” di pellicola tipo quella fotografica, messe tra la porta di ingresso e l’infisso, per capire se un appartamento è vuoto o meno; linee di cera nello stesso posto per il medesimo risultato; segnalare senza timore qualsiasi persona sospetta o estranea al palazzo che si vede muovere all’interno; contattarci a qualsiasi recapito, anche il 112, se si dovessero sentire rumori negli appartamenti limitrofi, sapendo che i proprietari sono in vacanza; per fare questo, avvisare i propri vicini (o qualcuno di cui ci si fidi) quando si sta per partire; contattarci soprattutto quando si notano ragazzine/i di 15-16 anni, soprattutto se incinta. Sono loro, ahimé, che maggiormente rubano negli appartamenti, con maggiori risultati nelle ore mattutine (11-13) nel pomeriggio (14-16) e in serata (19-21). Una chiamata al commissariato o al 112 non costa nulla e non produce alcun effetto, ma permette senz’altro di migliorare notevolmente la nostra presenza sul territorio. Intanto la ringrazio se prenderà in considerazione questo mio appello, penso possa essere un ottimo mezzo per far risultare ancora più “vicina” la Polizia al cittadino, rendendo sicure le sue vacanze.”