IL RETTORE DELLA SAPIENZA GAUDIO CONVOCATO DAL PM

Il rettore dell’Università di Roma La Sapienza Eugenio Gaudio sarà ascoltato dal pm. Questa la decisione della Procura di Roma a seguito della morte di Francesco Ginese, il 25enne morto trafitto da una cancellata mentre stava scavalcando il muro di della recinzione lungo viale dell’Università per raggiungere la festa degli studenti. A deciderlo, il GAUDIOprocuratore aggiunto Francesco Caporale e i pubblici ministeri Erminio Amelio e Stefano Rocco Fava. A breve Gaudio insieme ai vigilantes di turno in piazzale Aldo Moro la sera in cui sono accaduti i tragici fatti, riceveranno una convocazione. La Digos ha consegnato nelle mani dei magistrati una prima informativa, e ne arriverà presto una seconda, nella quale si evidenzia come, nonostante le segnalazioni e denunce del rettorato e le mancate autorizzazioni, agli organizzatori veniva essenzialmente lasciata la libertà che volevano. Nel caso specifico della festa nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 giugno, avevano portato all’interno dell’università furgoni, palchi, impianti stereo, bagni chimici e si erano procurati privatamente un’ambulanza. È stata proprio l’ambulanza pagata dagli studenti a prestare il primo soccorso a Francesco Ginese, la notte in cui è rimasto gravemente ferito, quando la cancellata gli ha reciso l’arteria femorale.