MUNICIPIO: ASPETTANDO LE STRISCE PRIMA CHE…

PIAZZA EUCLIDENel II Municipio decine di attraversamenti sono molto sbiaditi. Non ci sono soldi per rifarle: dal Comune stanziati 40 mila euro, ne servirebbero 450 mila. «C’è un’emergenza, stiamo assistendo a 40 morti l’anno sulle strisce pedonali, una media di uno ogni dieci giorni». Alfredo Giordani di Vivinstrada fa parte della Consulta cittadina per la sicurezza stradale, la mobilità dolce e la sostenibilità che un mese e mezzo VIA STOPPANI VIA PARIOLIfa ha rotto il tavolo con gli assessori Linda Meleo e Margherita Gatta proprio per la questione della sicurezza e dei controlli sulle strisce pedonali.  «Le associazioni vogliono sapere quando e come saranno spesi i soldi per rifare le strisce pedonali e la segnaletica – chiarisce Giordani -. Si tratta di circa 28 milioni per il 2018 e 21 per il 2019 stabiliti dal Campidoglio sul valore delle multe effettuate ogni anno». Le somme stabilite nelle due delibere della giunta Raggi (la n. 254 del 22 novembre 2017 e la 206 del 16 novembre 2018) recepiscono le direttive nazionali ed europee e riguardano le «quote dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie alle violazioni previste dal Codice della strada». La delibera dello scorso novembre fa riferimento anche alle nuove norme «sui proventi derivanti dall’accertamento del limite di velocità attraverso l’impiego di dispositivi o mezzi tecnici di rilevamento». Si tratta quindi autovelox e telecamere. Nella tabella inserita nella delibera il valore delle entrate derivanti da sanzioni per violazione al Codice della strada per il 2019 è stimato in 302 milioni. E la spesa per la segnaletica è indicata «in misura non inferiore al 12,5%», si tratta di 21 milioni. La voce successiva riguarda «il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi di Polizia Municipale» con l’importo stabilito in 32 milioni. E dallo scorso aprile è in vigore la circolare del vice comandante dei vigili e responsabile del pronto intervento sul traffico, Carlo Buttarelli, che stabilisce il rafforzamento dei controlli quattro volte alla settimana in tutti i Municipi alle auto nei pressi delle strisce pedonali per l’obbligo di precedenza e limite di velocità. «Abbiamo anche chiesto il resoconto delle multe», sottolinea Giordani. La Consulta cittadina che riprende giovedì è stata voluta dalla giunta Raggi nel 2017 dopo la prima istituzione nel 2009 con il sindaco Alemanno e la conferma nel 2015 con Marino. Si tratta di 150 rappresentanti di associazioni ambientaliste, per la sicurezza stradale e la mobilità, università e fondazioni, comprese alcune realtà imprenditoriali. «Siamo all’emergenza – aggiunge Giordani – perché sulle strade c’è una guida aggressiva ed emotiva». Fonte: Corriere della Sera