FORSE A PROCESSO LA DONNA CHE INVESTÌ E UCCISE NEREO

NEREO E LILLARischio processo per la donna che all’alba del 7 gennaio scorso ha investito, uccidendolo, il clochard Gino Nereo Murari,73 anni, in Corso d’Italia a Roma, senza fermarsi a prestare soccorso. La procura ha notificato a Rosella De Luca, 56 anni, l’atto di conclusione delle indagini che di norma precede la richiesta di rinvio a giudizio. La donna era stata rintracciata e fermata alcuni giorni dopo grazie anche alle immagini di alcune telecamere presenti in zona che avevano ripreso le fasi dell’investimento. Nei confronti dell’indagata le accuse sono di omicidio stradale e omissione di soccorso. “Non mi sono accorta di niente”, aveva detto agli agenti che l’avevano rintracciata. La morte di Nereo aveva profondamente scosso il quartiere in cui il clochard, amante dei libri, viveva da molto tempo. Il suo giaciglio era stato per giorni meta degli abitanti che avevano portato fiori, acceso candele e lasciato messaggi per ricordare l’uomo. E verso la sua compagna inseparabile, la cagnolina Lilla, era scattata una gara di solidarietà poi terminata con l’adozione da parte di un residente della zona. Fonte: la Repubblica