DUE VORAGINI A VILLA TORLONIA

VILLA TORLONIADue voragini sono state scoperte lo scorso 21 marzo a Villa Torlonia, nel municipio II, a Roma. L’area interessata dallo sprofondamento del suolo è stata transennata dalla protezione civile, a seguito di un sopralluogo effettuato dai vigili del fuoco venerdi scorso, 12 aprile, intervenuti per verificare la profondità e la pericolosità delle buche. Sul posto anche la Sovrintendenza capitolina e l’ufficio del servizio giardini. Le voragini si trovano nel settore sud-occidentale della Villa di via Nomentana, comprendente il parco giochi attrezzato. Tra oggi e domani l’avvio del progetto pilota di indagini geofisiche in area campione da parte della protezione civile. “L’area in esame è interessata dalla presenza di siti VILLA TORLONIA 2archeologici importanti”, spiega Rino Fabiano, assessore all’Ambiente del municipio II. “A qualche metro di distanza, ad esempio, ci sono le catacombe ebraiche e i bunker di Mussolini”, dice. “Speriamo – aggiunge – che a Villa di Torlonia non accada quello che è successo al parco Yitzhak Rabin, dove a causa di un voragine archeologica c’è un’area interdetta da cinque anni. Oppure – continua – come in via dei Marrucini a San Lorenzo, dove il 16 dicembre 2018 è crollato parte del muro esterno di Villa Mercede. In questo caso nessuna direzione tecnica ha voluto procedere in emergenza. E ad intervenire siamo stati come sempre noi (il municipio, ndr)”. Fonte: la Repubblica