MAXXI: “ELISABETTA CATALANO. TRA IMMAGINE E PERFORMANCE”

MAXXI_Catalano_JosephBeuysUna grande fotografa. Quattro artisti straordinari ritratti nella fase gestionale di altrettante straordinarie performance in studio. Aperto al pubblico, fino al 22 dicembre,  il focus intitolato Elisabetta Catalano. Tra immagine e performance, realizzato dal Maxxi Museo nazionale delle Arti del XXI secolo  in collaborazione con l’Archivio Catalano e curato da Aldo Enrico Ponis con la consulenza scientifica di Laura Cherubini.  Al centro le performance di Joseph Beuys Scultura invisibile (1973),  Fabio Mauri, Europa bombardata (1978), Vettor Pisani, Lo scorrevole (1972) e Cesare Tacchi, Painting (1972), raccontate attraverso quegli scatti destinati a divenire l’immagine iconica  della performance stessa. Un duplice omaggio, dunque: a una tra le maggiori fotografe italiane del dopoguerra, testimone grazie al suo obbiettivo elegante e sensibile di tutta una generazione di artisti e intellettuali e, nel contempo, omaggio alla storia della performance.