LA SAPIENZA: DUE APPUNTAMENTI CON IL PIANISTA FREDERIC RZEWSKI

frederic_rzewski al piano“El pueblo unido jamás será vencido” di Sergio Ortega e del gruppo musicale Quilapayún fu resa famosa in tutto il mondo soprattutto dagli Inti Illimani e divenne un simbolo della lotta per la libertà non solo contro la dittatura di Pinochet in Cile ma contro tutte le dittature. Divenne anche la canzone dei movimenti di protesta degli studenti delle università americane e della contestazione studentesca in generale. Nel 1975 l’americano Frederic Rzewski, compositore sperimentatore e pianista dalla tecnica straordinaria, scrisse su questo tema 36 variazioni su richiesta della pianista brasiliana Ursula Oppens, che ne diede la prima esecuzione al Kennedy Center for the Performing Arts di Washington all’inizio del 1976. In seguito Rzewski stesso le eseguì innumerevoli volte, sia nelle sale da concerto che nei principali college americani e in molte università europee. Martedì 26 marzo 2019 alle 20.30 le esegue nell’Aula Magna della Sapienza per i concerti della Iuc: un evento da non perdere. Ma già lunedì 25 marzo alle 17 Frederic Rzewski dialogherà con Nicola Sani in uno degli incontri di Colloquia 2019, nell’aula di Storia della Musica dell’Edificio di Lettere e Filosofia della Città Universitaria (piazzale Aldo Moro 5).