8 MARZO TUTTI FERMI: AMA, SCUOLE, UFFICI, BUS/METRO, TRENI, SANITÀ

SCIOPERO BUSDai trasporti, alla scuola passando per sanità e raccolta dei rifiuti: sciopero generale venerdì 8 marzo. Sarà una giornata “nera” quella in concomitanza con la Festa della Donna durante la quale i lavoratori di diversi settori incroceranno le braccia. Uno sciopero di tutte le categorie pubbliche e private proclamato dalle Organizzazioni Sindacali Usi (Unione Sindacale Italiana), Cobas (Confederazione dei Comitati di Base), Usb (Unione SCUOLA SCIOPEROSindacale di Base). Durante lo sciopero dell’8 marzo a Roma si fermeranno dunque treni, metro e bus ma anche insegnanti, medici e operatori Ama. Nella giornata di venerdì i sindacati Cobas e Usb hanno indetto uno sciopero di 24 ore sulla rete Atac. Per tutta la giornata saranno a rischio stop bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-SCIOPERO SANITAViterbo. Dalle 8:30 alle 17 e poi dalle 20 a fine servizio diurno, saranno a rischio i mezzi pubblici. Proteste di 24 e 4 ore (8.30-12.30) proclamate da Usb e Faisa Cisal anche sui bus periferici della Roma Tpl. Tutto sullo sciopero dei trasporti dell’8 marzo. Venerdì 8 marzo a rischio anche le corse Cotral con i stazione tiburtinalavoratori delle organizzazioni sindacali Cobas del Lavoro privato e Usb (Unione sindacale di base) che si asterranno dal servizio dalle ore 8:30 alle ore 17:00 e dalle ore 20:00 a fine. Nel rispetto di quanto previsto dalla legge saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle ore 8:30, alla ripresa del servizio alle ore 17:00 fino alle ore 20:00. Sciopero Cotral venerdì 8 rifiuti-in-via-pavia-ii-municipiomarzo e fasce di garanzia. Venerdì 8 marzo è stato proclamato, da alcune sigle sindacali autonome, anche uno sciopero nazionale dei dipendenti anche del Gruppo Fs italiane, in adesione allo sciopero generale. Possibili disagi per i treni da mezzanotte alle ore 21. Ma non solo _chiusura_uffici_d3trasporti: lo sciopero dell’8 marzo coinvolgerà anche gli operatori di Ama con la Federazione Lavoratori Funzione Pubblica CGIL di Roma e del Lazio ad aderire alla mobilitazione. Interessati dallo sciopero anche gli operatori del comparto Settore Funerario per il quale sono stati predisposti i servizi minimi essenziali. Per far fronte allo sciopero dell’8 marzo Ama, così fa sapere l’azienda, “ha attivato le procedure tese ad assicurare servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili” come pronto asilo_sciopero-2intervento a ciclo continuo; raccolta pile, farmaci e siringhe abbandonate; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme. L’8 marzo 2019 si fermeranno anche i lavoratori e lavoratrici a tempo indeterminato e determinato, con contratti precari e atipici, del comparto scuola. In molti asili di Roma Capitale sono già comparsi i cartelli di chiusure e quindi possibili disagi. Sciopero dell’Usi-Unione Sindacale Italiana con adesione dell’usi Surf per quanto attiene scuola, università, ricerca e formazione. Braccia incrociate anche per il personale ex Lsu e dipendenti ditte pulizia e decoro scuole. Fonte: Romatoday