PORTA PIA: PROTESTANO I SINDACI DEI PAESI LUNGO LA A24/25

porta piaStamattina a Porta Pia, davanti al ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, hanno manifestato i sindaci dei paesi che si trovano lungo l’autostrada A24-A25, che da Roma va in Abruzzo. Cento rappresentanti tra sindaci e amministratori di Lazio e Abruzzo, impegnati dal gennaio scorso nella lotta al caro pedaggi sulle autostrade A24 e A25, associazioni degli Autotrasportatori (Confartigianato Trasporti Abruzzo, Cna Fita Abruzzo, Assotir Lazio, Abruzzo e Nazionale) Confcommercio, Cgil, Cisl, Uil delle due regioni, sono tornati nella Capitale, questa mattina, per chiedere un incontro con il ministro, intonando un coro: “Vergogna, apri le porte, ministro apri le porte”. La manifestazione vuole scongiurare l’ipotesi che Strada dei Parchi, la società privata che gestisce i due tratti autostradali, possa riattivare il rincaro dei pedaggi, sospeso dal ministero per tre mesi e fino alla fine del 2018, dal primo gennaio del nuovo anno. Inoltre, i sindaci sollecitano  controlli lungo i numerosi viadotti del percorso: un’emergenza dopo la tragedia di Genova.