QUELL’INTRICATO REBUS PEDONALE AL QUARTIERE AFRICANO

Il Corriere della Sera pubblica una foto – che riportiamo – inviata da un cittadino. Al quartiere Africano, quello che un tempo era un passaggio pedonale a metà tra viale Etiopia e piazza Addis Abeba è diventato un «rebus pedonale» dopo la conclusione dei lavori per il Pup (il parcheggio urbano). La piazza, sebbene restituita ai residenti «è diventata un’inspiegabile “gabbia” senza alcuna logica né utilità». Lavori terminati a luglio, eppure la sistemazione «definitiva» appare inspiegabile: «Con che logica – chiede il lettore – su piazza Addis Abeba sul marciapiede sono state collocate sbarre e transenne?». E denuncia poi: «Sull’altro marciapiede, lato stazione, è stato costruito uno scivolo per disabili laddove non sono però presenti strisce pedonali ed il dislivello non è segnalato in alcun modo e questo potrebbe essere causa di cadute per i pedoni.