QUEL 20 GIUGNO 1979

220px-Francesco_Cecchin_del_Fronte_della_Gioventù_ucciso_nel_1979La polizia disperde a piazza Salerno i giovani di destra che manifestano per la morte di Francesco Cecchin, giovane militante del Fronte della Gioventù. È il 20 giugno 1979. Nella notte tra il 28 e 29 maggio 1979, dopo essere stato inseguito da due persone arrivate in zona a bordo di una Fiat 850, Cecchin fu trovato gravemente ferito in un cortile condominiale del quartiere Trieste di Roma, dopo essere stato percosso e scaraventato, tramortito, oltre un parapetto. Morì il 16 giugno 1979 dopo diciannove giorni di coma. Il 16 giugno 2011 il Comune di Roma ha intitolato un giardino pubblico in suo nome a piazza Vescovio a Roma. “Vittima della violenza politica”, recita la scritta nel parco, a pochi metri dal parapetto su cui perse la vita. Fonte: il Messaggero