VILLA LEOPARDI, TAVOLA ROTONDA SUL RUOLO DEL CAREGIVER

villa leopardi centroGiovedì 23 marzo alle ore 17:30,  presso il Centro Anziani di Villa Leopardi (via Makallè, 9), l’associazione Oltre lo Sguardo Onlus insieme all’associazione Giovanna D’Arco Onlus organizzano la Tavola Rotonda  “Il Caregiver Famigliare tra tanti doveri e pochi diritti”. Nel dibattito, oltre agli aspetti giuridici, si focalizzerà sulle dinamiche psicologiche che delineano questa figura. Chi è il Caregiver? È semplice: sono i famigliari di persone anziane e disabili che si occupano di loro, praticamente H24.  Secondo l’Istat in Italia sono oltre  tre milioni, si tratta per lo più di donne di oltre  45 anni. “Chi si prende cura (Caregiver famgiliari ) lo fa per molti anni – precisa Elena Improta, presidente di Oltre lo sguardo onlus –  spesso pertutta la vita, svolgendo un compito prezioso, ma complesso  e faticoso che richiede anche conoscenze specifiche e sovente porta stress, impoverimento di relazioni sociali, amicali, difficoltà a conciliare cura e lavoro, impoverimento economico ( perdita del lavoro). Secondo il premio Nobel 2009 per la medicina, Elizabeth Blackburne, queste IMPROTApersone hanno un’aspettativa di vita fino a 17 anni inferiore alla media. Senza il lavoro dei Famigliari Assistenti, il costo economico delle persone che hanno bisogno di assistenza continuativa sarebbe insostenibile perlo stato. Altri paesi Europei hanno già provveduto a riconoscere e tutelare il ruolo del Caregiver. Risulta per tanto urgente, anche in Italia, l’approvazione di una legge che riconosca la figura del Famigliare Assitente e ne determini le dovute tutele. Per questo ci batteremo perchè si avvii presto a conclusione il lavoro dell’XI Commissione presso il Senato della Repubblica sui ddl presentati per l’emanazione di una legge sul riconoscimento del Caregiver.”. Durante la tavola rotonda si confronteranno sul tema: Massimiliano Luciani, Ph di psicologia, professore presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore che presenterà lo studio“Invisibili ma Indispensabili, la figura del caregiver famigliare”; Stella Luciano, psicoterapeuta che centrerà la sua analisi sugli aspetti comunicativi ed emotivi nella relazioni di aiuto. Come cambiano gli assetti famigliari; la senatrice Laura Puppato firmataria del ddl n. 2128Norme per il riconoscimento e il sostegno del caregiver famigliare. “È fondamentale dotarsi di una tutela giuridica dei caregiver familiari, persone, soprattutto donne, che si dedicano all’assistenza praticamente 24 ore al giorno dei loro cari, perlopiù senza una formazione specifica – ha detto la senatrice – il dispositivo presentato in Parlamento mira proprio a garantire ai caregiver assistenza professionale e possibilità di coordinare lavoro e cure. Il mondo del Terzo Settore in genere è in fase di grande sviluppo e nei prossimi anni serviranno continui aggiustamenti della legislazione, questo è uno dei primi passi da compiere”. Sono stati invitati a portare le loro testimonianze: il Presidente della Consulta cittadina permanente sui problemi delle persone handicappate,Umberto Emberti Gialloreti;l’assessore alle politiche sociali e sanitarie del II Municipio Cecilia D’Elia; la Consulta H del Municipio II; le associazioni territoriali impegnate sul tema degli anziani e disabili. L’associazione Oltre lo Sguardo Onlus insieme all’Associazione Giovanna D’Arco Onlus, a partire da questo incontro, promuoveranno seminari di formazione e di aggiornamento per Caregiver. “Lo scopo – conclude Elena Improta – è tutelare dal punto di vista psicologico “colui che si prende cura” di familiari anziani e/o disabili. Tale percorso si rende necessario per rafforzare la consapevolezza e la capacità di resilienza, allontanare il burnout senza trascurare il proprio io.”.