LA SAPIENZA, ULTIMO APPUNTAMENTO CON BEETHOVEN

13 Quartetto di Cremona ridottadi Francesco Casale

Il prossimo 18 marzo, alle 17:30, nell’Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria, Palazzo del Rettorato, piazzale Aldo Moro) ultimo appuntamento con il ciclo della Iuc, Istituzione universitaria dei concerti, intitolato “Esplorando Beethoven” col Quartetto di Cremona. È sicuramente un concerto da non perdere per chi ha già seguito questo viaggio “attraverso Beethoven e un’occasione per approfittare dell’ultimo appuntamento per chi invece abbia perso i precedenti concerti. Era dai tempi del leggendario Quartetto Italiano che l’Italia non aveva un quartetto d’archi famoso e ammirato a livello internazionale come il Quartetto di Cremona, che è ancora giovane, essendo stato fondato nel 2000 presso l’Accademia Stauffer di Cremona, dove i quattro musicisti stavano perfezionandosi. Pur avendo base a Genova, hanno dunque scelto il nome del quartetto in omaggio alla città in cui hanno studiato e in cui Stradivari ha creato i migliori violini di ogni epoca. Il titolo “Esplorando Beethoven” vuole indicare che all’interno dei diciassette quartetti di Beethoven non si segue un percorso banalmente cronologico ma vengono accostati alcuni quartetti di vari periodi, in modo di illuminare meglio i diversi aspetti della personalità e dello stile di questo gigante della musica classica. Sono in programma tre Quartetti che rappresentano perfettamente i tre periodi in cui si può dividere la straordinaria parabola artistica di Ludwig van Beethoven.