CORSO D’ITALIA E MURO TORTO, STORIE DI EMARGINAZIONE

sottopassi1Una sigaretta accesa si consuma nell’oscurità. C’è qualcuno laggiù dove è tutto nero e anche il giorno è notte. Un uomo su un materasso si copre gli occhi con le mani per guardare verso sottopassile scale, fa male la luce che arriva da sopra. Nella vita di sotto non c’è, da lassù arriva solo il rumore delle macchine. È il mondo dei dropout che vivono ai margini, anzi nelle viscere della terra, a corso d’Italia e lungo il Muro Torto. Le foto, tratte da il Messaggero, mostrano queste situazioni di degrado estremo.