LICEO MACHIAVELLI: A SAN LORENZO NASCE UN GIORNALE “SCOMODO”

liceo-machiavelliLa copertina è disegnata da ZeroCalcare: ci sono due poliziotti che portano via un ragazzo che legge «Scomodo». È il nuovo mensile che un centinaio di studenti ha deciso di dare alle stampe: «L’idea è che chi legge il nostro giornale può essere una persona “scomoda” – spiega Adriano Cava che con Tommaso Salaroli e Edoardo Bucci hanno avuto l’idea – perché è scomodo chi si informa, chi legge». All’inizio di settembre la prima riunione di redazione, decisamente numerosa: ma «lavoreremo tutti a questo giornale, da chi si occuperà della comunicazione, chi del sito o della grafica- aggiunge Adriano Cava- . È bene essere in tanti, il dibattito è più ricco. E ogni articolo è un lavoro collettivo della scomodo-km6b-u43230649373127mxf-1224x916corriere-web-roma-593x443redazione prima della stesura». L’uscita è prevista fra il 20 e il 24 ottobre. Primi articoli: un’inchiesta sulla Mafia ad Ostia, un’altra su Corviale. Oltre che autogestito sarà anche autofinanziato attraverso «Notti scomode»: la prima è in programma per questa sera a San Lorenzo, al liceo Machiavelli. Anche la campagna pubblicitaria è a spese loro, così come la distribuzione (scuole, università, biblioteche) eseguita dagli stessi ragazzi. La prima tiratura è prevista in 7.500 copie. E l’informazione sarà come promette il titolo: «Bisogna mettere in moto un pensiero critico nei nostri coetanei. Noi, partendo dal nostro microcosmo, vogliamo cercare di sviluppare un dibattito in grado di leggere la realtà e interpretarla». Così invece di una «sovrabbondanza di notizie, ma fredde, senza capire cosa c’è dietro», una o due ben approfondite. Più «scomode». Fonte: Corriere della sera