RAGGI: STOP AI CENTURIONI ANCHE A VILLA BORGHESE E SAN LORENZO

La sindaca Raggi firma l’ordinanza di stop ai centurioni. Attesa da giorni dopo la scadenza del provvedimento emanato dal commissario Tronca lo scorso novembre, la proroga fa scattare da subito il divieto di esercizio per i finti “antichi romani” fino al 30 novembre 2016. L’atto è identico nelle motivazioni: la presenza dei figuranti è giudicata “lesiva del decoro della città nonchè della sicurezza urbana per il numero crescente e ormai fuori controllo dei soggetti dediti a tale attività che agiscono in alcuni casi con centurionimodalità inopportune, insistenti e talvolta aggressive”. E anche nelle misure sanzionatorie: multe fino a 400 euro più sequestro dell’attrezzatura. La novità sta nelle zone di applicazione del divieto: l’elenco delle strade è lungo più del doppio. Mentre l’ordinanza di Tronca si limitava alle aree strettamente monumentali del centro storico (e la zona di Borgo Pio aggiunta in un secondo momento dopo l’avvio del Giubileo), l’atto firmato da Raggi interessa, oltre al centro storico, anche tutta la zona di villa Borghese (dove i gladiatori si erano subito spostati a dicembre) e del Nomentano, da piazzale Flaminio a viale del Muro Torto, a Villa Giulia a viale del Policlinico, compresa la zona universitaria tra La Sapienza e San Lorenzo, fino a viale di Porta Tiburtina, piazzale Tiburtino, via di Porta Labicana.