QUELLE ESTATI NELLA LOGGIA DEI VINI A VILLA BORGHESE

Percorrendo via Pinciana, approssimativamente in corrispondenza dell’incrocio con via Bellini, nel giardino di Villa Borghese, vicino alla recinzione e in basso rispetto al piano stradale, si nota negli alberi una costruzione aperta e classicheggiante: è la Grotta dei Vini, detta anche Loggia dei Vini. La Grotta, insieme alle Fontane oscure, è quello che rimane della sistemazione del Giardino boschereccio di Villa Borghese disegnato da Flaminio Ponzio nel 1606. La Grotta in particolare era un luogo di delizie dove, nelle sere d’estate, il principe organizzava pranzi all’aperto e grandi libagioni.