AUDITORIUM/3. “CAPRICIS” IN DANZA CON ANGELS MARGARIT

capricisÀngels Margarit è una delle protagoniste della danza contemporanea spagnola. Danzatrice e coreografa, ha sviluppato uno stile personale basato sulla ricerca di un linguaggio poetico e sull’interesse per lo spazio, elemento essenziale del suo lavoro. Capricis (Capricci) – oggi pomeriggio, alle 18 – si basa sui 24 Capricci di Paganini, brevi composizioni per violino di carattere estremamente virtuosistico che evocano un’ampia gamma di emozioni. È uno spettacolo con uno spiccato elemento ludico. La danza prende come soggetto la struttura musicale dei 24 Capricci, reinterpretandola ed elaborandola con l’intento di renderla visibile, scolpendola attraverso i corpi o disegnandola nello spazio. Al di là del virtuosismo della composizione, i ventiquattro studi offrono una straordinaria proposta scenica in cui i danzatori interpretano il pezzo ciascuno secondo il proprio stile; un pezzo modulare e flessibile che può essere creato o ricreato per circostanze specifiche, trasformando ogni performance in un capriccio. La coreografia prende come soggetto la partitura, interpretandola per creare la dimensione scenica del pezzo. L’idea è di disegnare la musica, tradurla o visualizzarla nello spazio tracciandola nelle azioni e nei movimenti dei danzatori, tanto nello spazio performativo quanto nello spazio fisico dei corpi stessi. La coreografia disegna la musica ed evoca vari movimenti che scaturiscono dalla struttura musicale di ciascun capriccio.