BRECCIA DI PORTA PIA, ALL’ASTA LA PENNA DELLA RESA PONTIFICIA

pennaVa all’asta uno dei più straordinari e simbolici cimeli del Risorgimento: la penna con cui il generale Hermann Kanzler (comandante delle truppe pontificie) firmò il 20 settembre 1870 la resa di Roma, dopo la breccia di Porta Pia. Con questa penna, donata ad un suo ufficiale, il generale tedesco sanciva la fine dello Stato Pontificio. La penna a inchiostro con pennino metallico e impugnatura a fantasia scozzese, con la sottoscrizione autografa di autenticità e dono del cimelio, verrà proposta con una stima di 8-10mila euro dalla casa Minerva Auctions mercoledì 3 febbraio a Palazzo Odescalchi a Roma. Si legge nella dichiarazione allegata al cimelio: «Di questa penna, di cui mi sono servito per firmare la capitolazione di Roma, feci dono al bravo mio ufficiale di ordinanza Gaetano Conte di Thiene. Roma 21 settembre 1870. Generale Kanzler». L’autografo conserva il sigillo in ceralacca del Ministero delle Armi dello Stato Pontificio.