IL VIOLINO DI ANNA TIFU ALL’AUDITORIUM PER TRE SERATE

Anna TifuSabato 30 gennaio doppio evento all’Accademia nazionale di Santa Cecilia: Yuri Temirkanov salirà sul podio per la prima volta da direttore onorario dell’orchestra e il programma, tutto russo, vedrà il debutto nella stagione sinfonica della giovane violinista italiana Anna Tifu. «Inutile dire quanto sia emozionata – ha spiegato la violinista cagliaritana -. Fin da bambina ho sognato di esibirmi con l’orchestra di Santa Cecilia quando andavo a sentire i loro concerti. Significa suonare con una delle più importanti orchestre al mondo e con un direttore come Temirkanov che non ha bisogno di presentazioni». A Santa Cecilia Tifu interpreterà il concerto per violino n. 1 in la minore, op. 77 di Dmitrij Shostakovich, pagina molto originale scritta nel 1955 appositamente per il virtuoso David Oistrach (ore 21, viale Pietro de Coubertin 30, tel. 892101, repliche lunedì 1 febbraio ore 20.30 e martedì ore 19.30). «È uno dei miei concerti preferiti» ha annunciato la violinista sulla sua pagina Facebook. L’anno scorso si era già esibita a Santa Cecilia (ma per la stagione di musica da camera), in duo con la pianista Gloria Campaner. Una serata all’insegna dell’incontro tra classica e glamour, perché le due musiciste avevano indossato due look diversi e sofisticati creati appositamente per loro dallo stilista Antonio Grimaldi. Tra gli altri brani, Tifu ha presentato un pezzo di rara esecuzione come Impressioni d’infanzia op. 28 del compositore romeno George Enescu. «Ci tenevo particolarmente a eseguirlo – ha sottolineato la violinista -. Sia perché mio padre è romeno, sia perché nel 2007 ho vinto il concorso intitolato proprio a Enescu». Tifu ha cominciato a studiare quando aveva sei anni sotto la guida del padre Mircea, violinista del Teatro lirico di Cagliari, e a otto anni già si esibiva in pubblico. Apprezzata oltre che per l’eccezionale talento anche per la sua bellezza mozzafiato (è stata testimonial della campagna pubblicitaria 2011 di una compagnia aerea, assieme a Riccardo Muti, Gabriele Tornatore ed Eleonora Abbagnato), il prossimo 19 marzo Tifu è attesa alla Friend’s arena di Stoccolma, dove si terrà l’evento «Night of The proms», una serata in cui la musica classica incontrerà il pop. Tra gli ospiti ci saranno anche Zucchero, Lisa Stansfield, i Simple Minds e John Miles. Tifu eseguirà alcune hit del repertorio classico come la famosa «Meditazione» dalla «Thaïs» di Jules Massenet e l’«Estate» dalle «Quattro stagioni» di Antonio Vivaldi. Il programma di sabato prossimo all’Accademia di Santa Cecilia sarà invece completato dal Valzer da concerto n. 2 di Aleksandr Glazunov e dalle «Danze Sinfoniche» di Sergej Rachmaninoff. Fonte: Corriere della Sera