SMOG: IL CAMPIDOGLIO CI RIPENSA, SOLO TARGHE ALTERNE

smog“Approfondita valutazione tecnico-scientifica dei dati sull’inquinamento”, “per ottimizzare il rapporto costo-benefici”, “a tutela del prioritario diritto alla salute” e “minor impatto sulla libertà di circolazione e di movimento dei cittadini”. Sono queste le ragioni che alla vigilia di Natale hanno spinto nel giro di poche ore il Commissario straordinario di Roma Capitale al ripensamento sul blocco totale totale del traffico nelle giornate di lunedì 28 e martedì 29, annunciato in mattinata dallo stesso Campidoglio sulla scia di Milano e poi il dietrofront e il ritorno delle meno impattanti targhe alterne. A spiegare le ore del ripensamento è il Campidoglio. Rispetto al blocco, “il provvedimento di targhe alterne durerà più ore: 9 invece delle 6 previste per lo stop totale all’interno della fascia verde. E quindi, per far fronte alle condizioni di criticità in atto, è maggiormente indicato adottare  misure  restrittive alla circolazione veicolare nelle fasce caratterizzate da condizioni atmosferiche di  maggior ristagno per gli inquinanti,  7.30/12.30  –  16,30 /20.30, piuttosto che nella fascia nella quale insisterebbe il blocco totale del traffico, 10.00/16.00″ spiega una nota del Campidoglio”. Ancora: “al fine di ottimizzare il rapporto costo-benefici, appare pertanto preferibile adottare misure che, come fine imprescindibile, abbiano la tutela del prioritario diritto alla salute e, nel contempo, determinino un  minore impatto sulla libertà di circolazione e di movimento dei cittadini”.