IL CENTRO SPORTIVO “GIULIO ONESTI”, UN FIORE ALL’OCCHIELLO

SCUOLA DELLO SPORT CONIIl centro di preparazione olimpica «Giulio Onesti» dell’Acqua Acetosa «è uno di quei fiori all’occhiello non solo del Coni ma di tutto il sistema sportivo italiano. È una di quelle cose che ci invidiano, per cui siamo conosciuti nel mondo e di cui andiamo fieri». Ed è qui che è stato inaugurato il nuovo padiglione costruito per ospitare una innovativa risonanza magnetica, donata dalla Fondazione Roma al Coni e realizzata da General Electric Healthcare. La nuova risonanza magnetica del Centro «Giulio Onesti» di Roma potrà migliorare sensibilmente la diagnosi in campo ortopedico, traumatologico, neurologico, internistico e cardiologico a disposizione degli atleti e degli sportivi, normodotati e disabili. L’apparecchiatura donata dall’ente privato, ha aggiunto Malagò, rientra in quel piano di sviluppo di tutto il Centro: «Come tutte le cose giorno dopo giorno dobbiamo migliorare con investimenti nelle infrastrutture sportive, con miglioramenti tecnologici, con interventi nelle foresterie, che non devono però diventare alberghi a 5 stelle. Tutto questo – ha concluso – entrerà nel dossier olimpico, e non ci fermeremo. Ci sono altri progetti perché l’appetito vien mangiando e già pensiamo a cosa fare da qui a un anno». All’inaugurazione, oltre a Malagò, erano presenti il presidente della Fondazione Roma, Emmanuele Francesco Maria Emanuele, Gianfranco Gualdi, primario dell’Unità Operativa Complessa Radiologia del Policlinico Umberto I, designato come supervisore della nuova struttura, l’amministratore delegato di Coni Servizi, Alberto Miglietta e il direttore sanitario dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport, Antonio Spataro. Fonte: Corriere della Sera