PARCO VIRGILIANO: CORREVA L’ANNO 1930 QUANDO MUSSOLINI…

PARCO VIRGILIANOIl Parco Virgiliano fu progettato dal famoso architetto di giardini Raffaele De Vico e inaugurato da Benito Mussolini nel 1930. De Vico progettò un parco con viali: un viale principale cinge tutto il parco, mentre tre traverse di questo portano ai giochi per bambini, al caffè ed all’ala concerti. Il progetto comprendeva appunto una pista di pattinaggio, la piazza per il teatro per i bambini e la cavea per i concerti all’aperto, tra l’altro la cavea non fu mai realizzata, al suo posto venne costruito lo chalet rustico come chiosco di bibite e panini. Inoltre, nel parco vi è un campo di bocce e due fontanelle in travertino a forma di conchiglia e di ramo di fico, la fuoriuscita di acqua è garantita da un mascherone. Il nome del parco è stato dedicato al poeta Virgilio in occasione del bimillenario della nascita.