FORUM AUSTRIACO, UNA SERATA TRA CONCERTO E DISCUSSIONE

Il 6 maggio, alle ore 20, nella sede del Forum Austriaco di viale Bruno Buozzi, Raskin & Fleischmann incontrano Paul Hertel: concerto e discussione con Philippe Raskin, violino, Johannes Fleischmann, pianoforte, Paul Hertel, compositore. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Il violino di Philippe Raskin e il pianoforte di Johannes Fleischmann in un concerto che toccherà le note di Beethoven, Brahms e Strauss, fino ai brani del compositore austriaco contemporaneo Paul Hertel. Il maestro Hertel, invitato per l’occasione, presenterà le proprie composizioni. Paul Hertel concentra la propria produzione musicale sul teatro in lingua tedesca, lavorando spesso anche per emittenti televisive e case cinematografiche, sia austriache che internazionali. Particolare eco riscuotono i suoi progetti di rappresentazione dell’opera per bambini, in cui i bambini si esibiscono per altri bambini. Fra le tante opere del maestro Hertel sono stati scelti due componimenti per violino e pianoforte rispettivamente del 2000 e del 2011. Astoria Lounge (2000) racconta attraverso cinque movimenti le sensazioni contrastanti degli ospiti dell’Hotel Astoria, che un pomeriggio all’ora del tè vengono accolti dall’accompagnamento musicale di un duo inusuale. Si tratta di due musicisti emigranti, le cui note riportano in superficie ricordi ormai sepolti ed energie represse, lasciando sbigottiti gli uni ed entusiasti gli altri. Café Ritz (2011), invece, musica il fine serata in un locale oltre l’orario di chiusura. Mentre il barista è intento a ordinare le sedie sui tavolini, i musicisti sfruttano la quiete suonando solo per loro stessi. È passato talmente tanto tempo dall’ultima volta che hanno suonato per loro scelta che all’inizio le note inciampano, man mano poi le dita si animano e il tango diventa sempre più brioso. Questo il nucleo centrale del concerto romano, che il duo Raskin & Fleischmann ha pensato di accompagnare con delle sonate scelte dal vasto repertorio di Ludwig van Beethoven, Johannes Brahms e Richard Strauss.