DECORO URBANO: IL PARCO DI VILLA CHIGI IN PROFONDO DEGRADO

di Elena Improta

consigliere Municipio II

Una pulizia straordinaria, seguita ad una denuncia straordinaria. Ma oggi il parco Boni Baldoni (anche detto da chi è di zona il “parchetto di Villa Chigi”) è di nuovo nel più profondo degrado. Mozziconi di sigarette, bottiglie di birra vuote e/o rotte, cartacce, secchi della spazzatura non svuotati, panchine rotte, giochi dei bambini e muri del tratto pedonale di via Valnerina saturati dai writers. Il vandalismo locale e “d’importazione” è il vero padrone di un parco che non era un granché, se non per l’illuminazione, neanche quando il cantiere della metro che lì stoccava i materiali è stato chiuso e la società gli ha dato un’incipriata, riconsegnandolo al Municipio II. Ma quel poco di bellezza è stata spazzata via dall’inciviltà e dall’indifferenza di chi sa che quel bene, se non protetto, non durerà. Qualche mese fa gente senza arte né parte ha dato fuoco ad un’altalena. E’ stata sostituita. Ma perché non istituire quell’area, dopo averla davvero riqualificata, dando la dignità che merita, recintandola, mettendo qualche telecamera e chiudendola la notte? L’area giochi di Villa Chigi è impraticabile e ora il parchetto è meta di decine di famiglie con bambini, unico punto di ritrovo per i più piccoli in tutto il quartiere. Vogliamo togliergli anche quello? I bambini non votano. Ma i genitori e i nonni sì. Giunta del Municipio II, Assessore all’ambiente municipale e comunale, così funziona?