IERI I FUNERALI DI LUCA, IL RAGAZZO MORTO A PIAZZA ISTRIA

I canti del gruppo scout, il saluto commosso dei compagni di scuola e dei professori. Lacrime, fiori e preghiere, ieri mattina, hanno riempito la chiesa di Santa Maria Goretti, in pieno quartiere Trieste. Lì, a pochi metri, a piazza Istria, venerdì scorso, Luca Liberti, a 18 anni, è morto in un drammatico incidente tra il suo motorino Scarabeo e un bus della linea 88. Oggi nella chiesa alle spalle di viale Libia si sono riuniti tutti gli studenti del liceo scientifico Avogadro, la scuola frequentata da Luca, le lezioni sono state sospese alle 10.30 per permettere ai ragazzi di essere presenti alle esequie del loro compagno. Una partecipazione di massa che ha costretto decine di amici della vittima a seguire la cerimonia dalla scalinata dell’edificio sacro di via Lago Tana. Nel corso dell’omelia, il parroco ha ricordato Luca come un ragazzo “che credeva e che sapeva amare le persone. Un giovane giusto, che iniziava a sognare la vita e stava per abbracciare il suo futuro”. Quindi, il ricordo dei compagni di classe e di una ragazza scout che con il 18enne negli ultimi mesi ha prestato servizio per la comunità di Sant’Egidio, aiutando i senza fissa dimora. Al termine della funzione, il feretro portato a spalla dagli amici più stretti è stato accompagnato da un lungo applauso. Fonte: la Repubblica