VICENDA MADOFF PARIOLI, PROCESSO PER ALESSANDRA MONTI

Estorsione e lesioni personali aggravate. Per questi reati Alessandra Monti, attrice in varie fiction fra cui Incantesimo, sarà processata nell’ambito di una vicenda che si collega alla maxitruffa ai danni di vip e nomi noti della Roma bene messa in piedi da Gianfranco Lande. L’attrice assieme ad altre due persone avrebbe minacciato con botte e con una pistola Giampiero Castellacci De Villanova, storico collaboratore del «Madoff dei Parioli» e già condannato in appello per la truffa, per ottenere la restituzione di oltre 100 mila euro da lei investite nelle società riconducibili al broker. Nel procedimento Castellacci risulta parte offesa. I fatti risalgono al gennaio del 2011 quando la Monti aveva deciso di investire nella società Eim circa 100 mila euro. La donna aveva quindi chiesto a Castellacci, che le aveva proposto l’investimento, di riavere i soldi indietro dopo il crac delle società di Lande. Per ottenere il denaro l’attrice, assieme ad altre persone, decide di minacciare Castellacci per poi passare alle vie di fatto. Il collaboratore di Lande viene «scortato» nella filiale della sua banca ai Parioli e costretto a redigere dieci assegni per un valore complessivo di 117 mila e 500 euro che poi consegna nella mani della Monti. Il processo si svolgerà davanti alla seconda sezione penale. Per la cronaca, la Monti qualche anno fa aveva anche rilevato la pasticceria Pannocchi a via Bergamo, ma la sua gestione era durata soltanto qualche mese.