“INGRID BERGMAN, 100 ANNI DOPO” ALLA CASA DEL CINEMA

Il 29 agosto 1915 a Stoccolma nasceva Ingrid Bergman, una diva legata, per lavoro e per amore, all’Italia, ma soprattutto al litorale laziale. A lungo ha vissuto in una villa di Santa Marinella insieme a Roberto Rossellini. E oggi, nel centenario della nascita della Bergman, il rapporto tra il Belpaese e l’attrice di film come “Viaggio in Italia” e “Io ti salverò” è raccontano nelle decine di immagini della mostra “Ingrid Bergman, 100 anni dopo”, esposizione allestita alla Casa del Cinema di Villa Borghese dall’8 aprile al 23 maggio, a cura dell’Associazione Santa Marinella Viva. Le due sezioni della mostra raccontano la Bergman privata durante le estati degli anni ’50 a santa Marinella, una madre felice insieme ai suoi figli, ma anche insieme ad attori di lustro come Gregory Peck, Alberto Sordi, Rock Hudson; insieme alla Bergman pubblica, con immagini che la ritraggono nei suoi 62 film. Ma le foto rare e d’archivio sono solo un assaggio dell’invasione di cinema scandinavo che vedremo a Roma dal 16 aprile, quando inizierà, sempre alla Casa del Cinema, il Nordic Film festival, con decine di film in proiezione fino al 19 aprile dalle cinematografie di Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia. La rassegna quest’anno avrà come tema principale il genere noir/crime ed è a cura delle quattro ambasciate nordiche presenti in Italia, con la collaborazione del Circolo Scandinavo di Roma, con l’Ambasciata di Islanda di Parigi e i Film Institute dei rispettivi paesi e con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura. Fonte: la Repubblica