ZEUSI, UNA NUOVA RIVISTA D’ARTE: SE NE DISCUTE AL MACRO

Il 1° aprile, alle 17:30, al Macro di via Nizza, presentazione della rivista Zeusi – linguaggi contemporanei di sempre. Intervengono: Federica Pirani, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, dirigente U.O. Musei di Arte Moderna e Contemporanea; Gregorio Botta, artista; Edoardo Sassi, giornalista; Lorenzo Canova, storico dell’arte. Zeusi è una rivista semestrale d’arte e cultura contemporanea prodotta dall’Accademia di Belle Arti di Napoli (diretta da Giuseppe Gaeta), redatta dal suo Istituto di Storia dell’Arte ed edita da Gangemi. E’ una piattaforma critica e creativa aperta a quanti, tra storici dell’arte, artisti, scrittori, filosofi, giornalisti e studiosi di varia formazione, hanno il desiderio di dare un profilo estetico e intellettuale al nostro tempo. Il numero zero della rivista è stato pubblicato nel mese di dicembre 2014. Il leggendario pittore greco Zeusi è il nume tutelare della nuova rivista, perché, come narra l’antico mito, gli acini d’uva da lui dipinti ingannarono anche gli uccelli che tentarono di beccarli: Zeusi simboleggia quindi la potenza e il mistero dell’arte, di tutte le arti di ogni tempo. E’ questa la realtà che costituisce e attiva, come recita il sottotitolo della testata, i «linguaggi contemporanei di sempre». Il numero zero di Zeusi, suddiviso nelle sezioni «Storie», «Scritture», «Visioni» e «Idee», comprende i testi, oltre che dello staff della rivista e dei componenti del comitato di redazione Monica Torrusio, Andrea Zanella, Rosella Gallo, Gabriella Dalesio, Stefano de Stefano, Viviana Gravano, Giovanna Cassese, gli articoli di Gregorio Botta, Antonio Carnevale, Marco Petroni, oltre a un racconto di Caterina Bonvicini e una poesia di Davide Rondoni, entrambi inediti. La rivista sarà distribuita presso librerie, musei, biblioteche, Università e Accademie di Belle Arti.