I MOTIVI DI QUELL’AREA DISSESTATA A VILLA BORGHESE

Scrivono gli Amici di Villa Borghese sul loro profilo Facebook: “Ecco il perché delle potature di questi giorni in alto sulla Valle dei cani. Gli sciagurati scavi dell’acquedotto Acea del 2010 hanno dissestato quell’area. Peter Raven, l’illustre botanico sceso al nostro fianco per risparmiare gli Antichi Platani, aveva avvertito: oltre al danno all’apparato radicale degli alberi, sarebbe stato modificato il flusso delle acque piovane. Gli alberi, col tempo, sarebbero morti: non subito, ma nel corso degli anni. Pian piano sarebbero deperiti… si sarebbero infragiliti. Lo aveva avvisato anche Blasi della Sapienza, chiedendo un diverso percorso degli scavi. I loro moniti stanno avverandosi: già poco tempo fa è crollata una quercia monumentale. Ora sono in pericolo un’altra antica quercia e il boschetto intorno. Ma guardate le immagini dal nostro archivio: valgono più di ogni parola. Da sé, spiegano perchè quella parte della Valle sta deperendo”.